Coste in salsa

Un concetto alla base della mia cucina (scrisse la famosa cuoca pluristellata) che seguo sia per una questione di salute che per un principio ecologico e che qui vi ho ripetuto spesso, è quello di cucinare a partire dalle materie prime. Il massimo del prodotto manipolato che mi concedo sono i pomodori pelati.

Un altro principio di base (tempo e voglia permettendo, son sincera) è sfruttare al massimo i prodotti per ridurre al minimo gli sprechi.

In quest’ottica ho cucinato le costole di bietola al pomodoro.

Ingredienti:

– le costole (i gambi) avanzate dalla pulizia delle bietole

– pomodori pelati

– farina qb

– sale & pepe qb

– olio evo qb

Mettete a bollire una pentola d’acqua. Pulite le costole di bietola e tagliatele a metà se sono molto lunghe.

Quando l’acqua bolle, fate sbollentare le coste per un paio di minuti dopodiché scolatele, asciugatele e passatele in un po’ di farina.

Scaldate dell’olio in una padella e poi adagiateci le costole avendo cura di non sovrapporle; fatele dorare e ammorbidire; salatele.

Nel frattempo preparate una salsa di pomodoro con i pelati, un po’ d’olio, sale e pepe. Versate la salsa sui gambi di bietola ben dorati e ultimate la cottura.

Preparati prima e poi riscaldati saranno ancora meglio…come tutte le cose al sugo del resto!

Con il medesimo procedimento potrete cucinare i cardi.

Annunci

Patate Arrosto a Ferragosto!

IMG_9861

 

Sono indietro! Sono indietro! Sono indietro!

Ho un sacco di cose da raccontare e poco tempo per farlo. Dopo ferragosto mi rimetto in carreggiata.

Intanto vi auguro un felice e lungo weekend di mezz’agosto e vi lascio la mia ultima scoperta che potrà esservi utile in caso il maltempo vi faccia girare le pelotas e abbiate voglia di golosità al punto da usare il forno: patate arrosto time!!!

Le ho fatte qualche giorno fa e sono risultate le migliori che abbia mai fatto (ma non che io sia una esperta di patate al forno…).

Avevo delle patatine novelle biologiche che volevo cucinare con la buccia e guardando in rete ho letto un articolo che è risultato molto prezioso. Leggetelo, io mi sono arrestata al “segreto” n°1 aggiungendo poi il trito di erbe fin da subito perché avevo fretta…e sono venute buonissime, figuratevi se li seguite tutti!

Rosmarino/ramerino

Rosmarino/ramerino

p.s. Avevo delle fettine di pane secche (di una frusta da crostini), le ho bagnate con un po’ d’acqua e le ho messe a cuocere insieme alle patate avendo cura che toccassero il fondo con l’olio… 😛

IMG_7761

salvia