Il “mercoledì veg”: basta un giorno per migliorare il mondo

 

La bietola tricolor dell'Azienda Agricola l'Acero

La bietola tricolor dell’Azienda Agricola l’Acero

Conoscete l’iniziativa che la Lega Anti Vivisezione (LAV) ha promosso nel 2012 per dare alla nostra alimentazione una svolta sostenibile e salutare? Si chiama “mercoledì veg” e consiste nell’impegno di non usare cibi di derivazione animale per un giorno la settimana, il mercoledì.

Solo questo gesto può garantire a noi – come individui – un miglioramento della salute fisica e un certo risparmio economico (la carne e il pesce costano certamente di più rispetto alla verdura e ai legumi) e, in una scala molto più ampia, un abbassamento considerevole dell’impatto ambientale. Iniziative analoghe sono presenti in varie parti del mondo ma in veg-days differenti.

Io ne sono venuta a conoscenza solo pochi giorni fa e da subito mi è sembrata il mattoncino lego che mancava a sostegno della mia coscienza, nella personalissima querelle tra la mia anima onnivora e quella attenta alla salute e all’ambiente. Nel senso che: vorrei ma anche no. Ma per un giorno la settimana, anche si.

Non mi addentrerò in questioni di salute o strettamente etiche perché sono faccende talmente personali che non mi sento di dare consigli (sapete ormai che, in generale, la penso così); l’ambiente però è affare comune e la sinergia sarebbe d’uòpo: produrre alimenti vegetali è più ecologico di quanto lo sia la produzione di carne, uova, formaggi: lo dimostrano studi internazionali sul consumo di acqua e di foreste, sull’inquinamento atmosferico e il riscaldamento globale. Nell’informarmi su questa iniziativa ho letto un po’ di numeri da capogiro, ve ne riporto qualcuno per farvi girare un po’ la testa (ma non “voltare” la faccia):

  • produrre 1 etto di salumi ha un’impronta ambientale di oltre 10 kg di Co2 (quelli che produce un’utilitaria in un tragitto di 90 km)…1 etto!

  • ogni hamburger comporta la distruzione di 5 mq di foreste.

  • basta sostituire 1 kg di carne a settimana con prodotti vegetali per risparmiare 15500 litri di acqua

Ma il più importante è questo:

se tutta la popolazione italiana adulta adottasse un’alimentazione vegana per un solo giorno la settimana, il risparmio in termini di emissioni di Co2 equivarrebbe a miliardi di km in meno percorsi in automobile, e a miliardi di litri di acqua risparmiati. Una sola persona per un anno, risparmierebbe l’equivalente del consumo di una lampadina accesa ininterrottamente per 277 gg”. (da prontoconsumatore).

Davvero, una volta la settimana mi sembra un impegno che posso prendere; in fin dei conti, mi capita spesso di mangiare vegetariano o vegano senza averlo programmato. Oggigiorno il problema della reperibilità delle ricette è inesistente e anche quello della reperibilità di alcuni prodotti in sostituzione di quelli animali. Se però avete dei dubbi vi segnalo il sito cambiamenù e la pagina fb mercoledì veg.

In questo mio primo mercoledì veg ho cucinato un cous cous integrale con verdure, ceci, pinoli tostati e menta…

IMG_8308

Cosa cucinerò nelle prossime settimane? Tranquilli, vi tengo aggiornati!

 

Annunci

5 pensieri su “Il “mercoledì veg”: basta un giorno per migliorare il mondo

  1. Questa iniziativa puó essere un grande passo verso l’ecosostenibilitá. É bello trovare persone aperte a queste tematiche, le quali interessano senz’altro a livello mondiale 🙂 Continua cosí!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...