BIBLIOTERAPIA

Biblioterapia

Mi sono avventurata in un libro. Uno nuovo, di quelli che erano sulla mensola dei “libri ancora da leggere”. Stavo cercando qualcosa da consigliare a un’amica e che incuriosisse anche me: un consiglio alla cieca ma con intuito insomma. E questo bel volume della Sellerio mi ha attratta per eleganza – sempre che possa un libro, attrarre per eleganza.

Curarsi con i libri – rimedi letterari per ogni malanno” di E. Berthoud e S. Elderkin, si è dichiarato fin da subito elegante anche dentro. Una sorta di manuale o piccola enciclopedia che in ordine alfabetico elenca malattie e rispettive cure poetico-letterarie; siano malanni dell’anima o fisici, si può trovare consiglio tanto per il mal d’auto quanto per il disincanto , sia per l’appendicite che per la dipendenza da internet. Naturalmente sono andata subito a cercare qualche voce legata alla casalinghitudine e ce ne sono due: quella più esplicita è “CASALINGA, FARE LA” un paragrafo in cui vengono consigliati 2-3 libri di differenti autori che magari un giorno proverò a sbirciare ma di cui eventualmente parleremo in un altro articolo. Perché la voce che mi ha divertita di più è quella che fa parte di una piccola rubrica, interna al manuale, intitolata “Disturbi della lettura”. Ecco, tra i disturbi della lettura ce n’è uno che fa al caso nostro, ve la riporto qui sotto – in vari passaggi sembra parli di me, sembra scritto da me.

DISTURBI DELLA LETTURA

Faccende di casa, essere distratti dalle”

CURA

Creare un angolo per la lettura

Se non è un pasto da cucinare, è l’aspirapolvere che va passato. E quando lo avete passato, c’è il bagno da pulire. Se il bagno è pulito, c’è il frigo da riordinare. E se il frigorifero è stato riordinato, è arrivato il momento di fare la spesa. Al ritorno, ci sono i panni da lavare, i letti da rifare, il giardino, la raccolta differenziata e la miriade di altre faccende che richiede una casa. C’è speranza per chi sogna di passare un’oretta insieme a un libro?

Create un angolo per la lettura, meglio se accogliente – uno spazio dove si fa solo questo, dove si va apposta per leggere. Scegliete un angolo appartato della vostra casa o del giardino – una nicchia, lo studio, il capanno degli attrezzi o dietro le tende, seduti nel bovindo, dove nessuno vi troverà. La cosa importante è che dal vostro rifugio non si veda nulla che possa richiedere attenzione. (…) Vi servirà una buona luce, una coperta, calzini o ciabatte, e una superficie piana su cui lasciare alcuni libri, il vostro diario di lettura, una matita e una tazza di tè. Procuratevi anche dei tappi per le orecchie e un paio di cuffie per gli audiolibri. Lasciate un cartello all”ingresso del vostro angolo per dissuadere, con gentilezza, gli altri dal venirvi a trovare – a meno che non vogliano nascondersi insieme a voi per leggere. Una volta al sicuro, dimenticate le faccende. Prendetevi la vostra ora da passare con il vostro libro. Con un po’ di fortuna, qualcuno potrebbe accorgersene e fare le faccende al posto vostro.”1

Direi che convenga provare, chissà mai che non si avveri il colpo di fortuna auspicato alla fine del brano, non vi pare? Ma la domanda vera è, Voi riuscite ad oziare? Io mi accorgo spesso di non esserne capace. Ciò nonostante posso essere dispersiva e disorganizzata ma comunque, non in ozio – e credo che questa sia una delle cose su cui devo lavorare; magari provo proprio con l’allestimento del mio angolo lettura…

E invece voi? Su cosa dovete lavorare?

1 Cit. da “Curarsi con i libri”, E. Berthoud – S. Elderkin, SELLERIO Editore, pp. 132-133

Annunci

2 pensieri su “BIBLIOTERAPIA

  1. allora io ho un lavoraccio da fare!!! auguri a me!! ma ci proverò , mi sembra un metodo interessante!
    un bacio alla mia sorella che con il suo scrivere mi incanta. Love , cicci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...