Le mie (poche) regole del lesso

SalsaSutra

Io ho iniziato a mangiare il lesso da pochi anni e a passi molto graduali e che mi azzardo a cucinarlo è ancora meno. Ma mi sono già fatta alcune idee ben precise derivate principalmente dall’ascoltare donne che invece lo cucinavano con regolarità.

1) Il lesso e il bollito non sono la stessa cosa. Io il bollito non l’ho mai fatto.

2) Per un buon lesso, la carne si butta in pentola quando l’acqua bolle; per un buon brodo, la carne si butta quando l’acqua è ancora fredda. Sto ancora aspettando l’illuminazione che mi permetta di farli buoni contemporaneamente.

3) Gli odori: cipolla, sedano, carota, patata, prezzemolo, pomodoro.

4) Il tempo di cottura: circa due ore. Ma quando posso lo cucino qualche ora prima e lo lascio intiepidire nel brodo (una sorta di lesso “alla marinara” visto che questa è la regola fondamentale per cucinare il polpo)

5) Quando avanza si fa la “francesina”, ovvero il lesso rifatto con le cipolle. Ancora una leggenda, mai successo.

6) Le salse: fondamentali, senza non c’è lesso. Io vado sul classico con maionese e senape ma ce ne sono tante e ogni famiglia ha le sue convenzioni. Dalla salsa verde al cren, dal piccante alla mostarda ognuno ha le sue preferenze, un po’ come con le posizioni del Kamasutra…perché godere, si gode uguale.

Salsa Sutra

Salsa Sutra

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...